Manzoni: va in scena Anfitrione di  Sergio Pierattini dal 31 ottobre al 17 novembre 2019

Presentato dalla Pirandelliana in collaborazione con Fondazione Teatro Della Toscana
con Gigio Alberti, Barbora Bobulova, Antonio Catania, Giovanni Esposito, Valerio Santoro, Valeria Angelozzi. Regia di  Filippo Dini, scene Laura Benzi, costumi Alessandro Lai, luci Pasquale Mari, musiche Arturo Anneghino.

Note di regia:la storia di Anfitrione ha appassionato tutte le epoche, e da quel lontano 206 a.C. si sono susseguite decine e decine di riscritture, senza contare le innumerevoli messe in scena, come se ogni epoca, e forse in particolar modo nel secolo scorso, avesse desiderato scrivere una nuova pagina su una vecchia storia, una storia torbida, dove si consuma il più ambiguo e il più perfido dei tradimenti, quello inconsapevole di una moglie, che si concede tra le braccia di una divinità, quanto mai consapevole invece di goderne le grazie e i piaceri. Il dio è costretto a manifestarsi nelle sembianze del marito, quindi abbassarsi al livello di noi poveri mortali, per provare un godimento umano, che pur essendo umano, risulta essere irresistibile e neppure paragonabile a qualunque altra soddisfazione celeste.

Abbiamo anche noi, come dicevo all’inizio, sentito il desiderio di “riscrivere”, proprio perché abbiamo sentito la necessità di iscrivere questa storia nell’oggi, nel nostro quotidiano, con la speranza che pur mantenendo lo stesso divertimento, la stessa comicità, possa incidere ancora più prepotentemente nella nostra coscienza, nel nostro intimo, facendoci ritrovare  forse, un dialogo con il nostro doppio, con quella zona remota e temibile del nostro essere, quel dio appunto, che tutto può, che tutto vede e domina, a nostra insaputa.

Via Manzoni, 42 tel. 02.7636901 www.teatromanzoni.it

Orari: feriali  e 1° novembre ore 20.45 – domenica ore 15.30

Biglietti: Poltronissima Prestige €35 – Poltronissima €32 – Poltrona €23 Poltroniss under 26 €15.50