Venezia: un inedito outfit firmato Doria 1905 sul Red Carpet

Ideato da Alessandra Maregatti stilista, costumista e attualmente designer dello storico brand

In occasione della 76esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia

La scrittrice Patrizia Finucci Gallo lo indosserà sul Red Carpet inaugurale della Mostra, mercoledì 28 agosto. Un elegante chitone “dorico” deep blu ispirato alle magiche notti del Lido di Venezia, caratterizzato da linee pure ed essenziali. L’abito ideale che accompagna ed esalta lo stile, ormai riconoscibile, della maison salentina. Storia, Moda, Cultura e Innovazione raccontati attraverso un abito.

Dorico” e “Doria” per un curioso gioco di parole si attraggono e creano un immaginario collegamento tra lo stile “dorico” dei capi e il nome del marchio, derivato da un antico toponimo della Grecìa salentina.

L’abito indossato da Patrizia Finucci Gallo, raccontata dai media come una nuova  Madame de Staël per il suo innovativo salotto culturale, sarà impreziosito da “Lola Star”, uno speciale basco della collezione AI-19, una morbida cascata di micro-paillettes cangianti tagliate in versi differenti per creare giochi di luce.

Il basco unisce idealmente l’elemento femminino al carattere maschile. Un berretto da vera pasionaria, ribelle e donna consapevole, illuminato dalla presenza glamour delle micro paillettes.

 

Chitone e basco, un connubio perfetto per sottolineare la personalità e la cultura della scrittrice Finucci Gallo, che per l’occasione sarà ospite nel nel nuovo EXCESS Venice Boutique Hotel & Open Spa, una location glamour e prestigiosa nata sotto la direzione artistica della “Locandiera” ampezzana, l’imprenditrice Elisabetta Dotto.

L’iconico cappello genderless si arricchisce di concept tecnici e diventa sempre più trip-addict. La nuova avventura di Doria1905 è nel movimento. Lo arrotoli, lo srotoli, lo metti in tasca e poi: Tira fuori il cappello dalla borsa!

L’idea di viaggio continua ed evolve i connotati esplorando nuove dimensioni e nuovi ambienti. Calzato da esploratori e globetrotter, il cappello Doria è l’inseparabile compagno di viaggio, pratico, ingualcibile, arrotolabile e immancabile. www.doria1905.com

 

Doria 1905 rende contemporaneo il concetto del viaggiare “a cappello”, tenendo a mente l’immagine visionaria di Lewis Carrol, e disegna, completando la collezione unisex, una micro-linea di bags mirate a trasportare il fedele compagno, comodamente e con un mood assolutamente stiloso. I cappelli della collezione sono stato concepiti e realizzati per assecondare con un perfect fit le loro speciali bags.

Colorati, luminosi, giocosi ma anche sofisticati, i cappelli di questa collezione sono estremamente unisex e giocano con materiali lussuosi come i velour pettinati, i feltri in cashmere e lapin, paillettes, eco-cavallino, naplack e morbidissime eco-furs ma, anche tessuti tecnici come resinati, reti soft, feltri impermeabili e l’immancabile “capsule” doppiata in leggera piuma d’oca “Thindown” che apre a nuovi colori.

TOODORIA è la capsule Doria 1905 che si propone di esaltare ed accentuare alcuni caratteri distintivi del brand tramite pezzi “outsider” ed innovativi. Questa volta Toodoria si concentra sul co-branding e, in una stagione dove la borsa diventa il naturale contenitore dei cappelli Doria, si lascia contaminare dall’interpretazione del cappello da parte del designer di pelletteria Alberto Olivero. Innovazione di prodotto, sperimentazione e cross-contamination rigorosamente Made in Italy costituiscono i capisaldi su sui si fonda Toodoria.